Home

67 Colonne per l’Arena di Verona

Il progetto in media partnership con Athesis

67 Colonne per l’Arena di Verona

Questa mattina è stata presentata l’iniziativa “67 Colonne per l’Arena di Verona”.

Un importante progetto di fundraising e corporate membership, promosso dalla Fondazione Arena di Verona e realizzato in media partnership con Gruppo Editoriale Athesis, pensato per potenziare una delle istituzioni cardine dell’economia e della cultura della città di Verona e del suo territorio, ma anche icona dell’italianità nel mondo.

Il nome suggerisce l’idea di ricostruire idealmente la cinta più esterna delle arcate areniane, distrutta nel 1117 da un terribile terremoto, grazie all’abbraccio di imprenditori, e non solo, uniti dall’amore per l’Arena, per il suo ruolo culturale in Italia e nel mondo.

Sono intervenuti il sindaco di Verona Federico Sboarina, Cecilia Gasdia, Sovrintendente e Direttore Artistico Fondazione Arena di Verona, Gianfranco De Cesaris, Direttore Generale Fondazione Arena di Verona, Matteo Montan, CEO Gruppo Editoriale Athesis, Arrigo Sacchi, allenatore e dirigente sportivo, e Beppe Severgnini, scrittore e giornalista.

Nell’ambito della grande campagna di Art Bonus #iosonolarena, ecco dunque l’iniziativa «67 Colonne per l’Arena di Verona», creata appositamente per rafforzare il rapporto economico tra Fondazione Arena con Verona e il suo territorio, in un appello che si rivolge a privati e aziende, uniti dall’obiettivo comune di sostenere Fondazione Arena in virtù del suo ruolo centrale nella storia, nella cultura e nell’economia del territorio. L’Art Bonus, attraverso la tutela e la valorizzazione del patrimonio storico-culturale e artistico, costituisce una fondamentale chiave di rilancio economico per il territorio veronese; l’obiettivo è incrementare il dato del 2020, pari a € 1.960.700, con un contributo di minimo un milione, per dare quel segnale di ripartenza così fortemente atteso.

Clicca qui per saperne di più.

Condividi